Sai chi ha disegnato le nuove divise 2018 Alitalia?

La Milan fashion Week 2018 è stata occasione di eccellenza per la presentazione di una nuova collezione di divise dal fortissimo valore simbolico, perché ha coinvolto la compagnia di bandiera Alitalia. Il rilancio in corso è infatti sensibile in questi giorni, nonostante l’amministrazione straordinaria, e nelle ultime settimane sono cresciuti passeggeri e ricavi, dunque questa collaborazione si inserisce in un contesto del tutto favorevole.

A disegnare le nuove divise è stata chiamata una stilista come Alberta Ferretti, che ha ereditato un ruolo già ricoperto in passato da figure quali Mila Schön, Giorgio Armani e Renato Balestra; la stilista romagnola si è per la prima volta in carriera cimentata con un’impresa siffatta, ed ha prestato la sua creatività a titolo gratuito per sottolineare il suo entusiasmo verso il progetto ed il desiderio di essere parte integrante della strategia di rilancio di un vero simbolo del nostro paese, che lei stessa ha definito un’istituzione.

Grazia ed eleganza, stile e qualità del Made in Italy solcheranno i cieli e raggiungeranno tutti i continenti, sfoggiati dal personale di bordo ma anche di terra e perfettamente in sintonia con le richieste dei vertici Alitalia, che avevano commissionato divise pratiche e confortevoli ma con tratti identitari e ben riconoscibili.

È il blu a dominare in modo netto, un colore scelto da Alberta Ferretti sia per ovvia associazione di idee con il cielo, ma anche perché è il colore del mare che circonda e abbraccia la nostra terra: per lei è quindi in perfetta armonia con il tricolore bianco rosso e verde, che spicca ad esempio come cintura a nastro alla vita delle uniformi da hostess, oltre che in altri piccoli dettagli raffinati che sottolineano un forte senso di appartenenza.
Comodità con stile quindi per questa collezione, ma allo stesso tempo anche la possibilità, per chi voglia manifestare la propria passione per la nostra compagnia aerea, di indossare i capi della capsule collection correlata, con tanto di logo Alitalia.

Sono capi venduti in modalità see now buy now, secondo una politica ed una strategia che va incontro alle più moderne tendenze dello shopping. Si trasforma ogni capo o modello in un evento irripetibile riservato a pochi eletti, i più veloci a recarsi in store (ad esempio nella boutique Luisa Via Roma) oppure a cliccare sul sito e-commerce. Il riassortimento non è messo in calendario, e sembra quasi che il consumatore tragga maggiori soddisfazioni da questo tipo di marketing, che gli permette anche di acquistare un capo fresco di sfilata e che pochissimi altri avranno nel guardaroba!

Non ci stupisce affatto una simile dinamica, anche perché siamo ben consapevoli che ormai finalizzare un acquisto su internet tramite gli e-commerce è un canale complementare, e non antitetico, al tradizionale shopping in boutique.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove − = 3